economia e territorio | Lun 27 Mar 2017

Lombardia, il mutuatario
sotto la lente Tecnocasa
 

L’analisi del secondo semestre 2016
 

 
A livello nazionale l’età media di chi ha sottoscritto un mutuo nel secondo semestre 2016 è 39,1 anni, gli under 35 rappresentano il 37,7% e i 35-44enni il 35,8%. In Lombardia si accede al mutuo in media a 37,3 anni e la maggior parte dei mutuatari appartiene alla fascia compresa tra 18 e 34 anni (43,6%), seguono i 35-44enni con il 36,3%.
 
Professione
Dall’analisi della professione del mutuatario emerge che la sicurezza economica è tra gli elementi fondamentali richiesti dagli istituti di credito per erogare un finanziamento. Tale caratteristica identifica l’88,3% del campione (dipendenti a tempo indeterminato e pensionati), a fronte dell’8,5% di chi ha un contratto di lavoro flessibile (liberi professionisti/lavoratori autonomi e titolari d’azienda) e dell’1,9% di lavoratori a tempo determinato.
In Lombardia i lavoratori a tempo indeterminato costituiscono l’87,5% del totale e i pensionati sono l’1,6%, portando quindi l’ammontare dei “redditi certi” all’89,1%. Chi ha un lavoro flessibile incide, invece, per l’8,2% (i liberi professionisti e lavoratori autonomi sono il 4,3%, i titolari d’azienda rappresentano il 3,9%).
 
Fonte: Ufficio Studi Gruppo Tecnocasa