Direttore Responsabile Roberto Barucco
economia e territorio | Lun 20 Feb 2017

L'economia circolare?
Grande opportunità per le PMI

«L'economia circolare è un tema di estrema attualità che presuppone un cambio culturale nel modo di fare impresa, in senso più responsabile». Ad affermarlo il presidente di Apindustria Brescia Douglas Sivieri nel presentare il convegno «L'economia circolare: nuova frontiera per le PMI. Come produrre e fare business in un'ottica di sostenibilità ambientale», in programma giovedì 23 febbraio alle ore 16 nella sede dell'associazione, in via Lippi 30 a Brescia.

Di qui la necessità, da parte di Apindustria, di offrire spunti formativi per le piccole e medie imprese, associate o meno. Ospiti dell'incontro di giovedì saranno Marco Frey, direttore dell'Istituto di Management della Scuola Superiore di Studi Universitari e di Perfezionamento Sant'Anna di Pisa, l'assessore all'Ambiente del Comune di Brescia Gianluigi Fondra, Lorenzo Zaniboni (A2A) e Massimo Bani (Nord Zinc).  «L'economia circolare è qualcosa di diverso rispetto a quanto fatto finora - spiega Marco Frey -. Se fino a ieri eravamo in una situazione del tipo "materia prima-produzione-scarto", nell'economia circolare si deve chiudere il cerchio». La logica di fondo è quindi trovare il modo, come sistema, per riutilizzare le risorse e i materiali. Questo non significa che ogni singola impresa debba essere a «ciclo chiuso» ma - e questo vale soprattutto per le PMI - è importante ragionare in ottica di sistema. Molti lo stanno già facendo: secondo una ricerca per conto del Conai curata dallo stesso Frey sono oltre un terzo le piccole e medie imprese che si stanno muovendo in alcuni ambiti dell'economia circolare». «E non casualmente - sottolinea il docente - sono anche le imprese che hanno le migliori performance, migliore capacità innovativa e maggiore vocazione all'export».