Direttore Responsabile Roberto Barucco
opinionisti | Gio 25 Mag 2017

Eleonora Rigotti

Eleonora Rigotti, nel corso dell’assemblea elettiva che si è tenuta martedì 23 maggio 2017, è stata confermata alla guida di CNA Brescia. Al vertice dell’associazione da due anni e mezzo - incarico assunto in itinere dopo le dimissioni del predecessore -, con questa elezione rimarrà in carica per i prossimi 4 anni.
Quello bresciano è un contesto nel quale il tasso di crescita delle imprese artigiane è negativo (34.862 unità nel 2016, in calo dell’1,61% rispetto all’anno precedente; un trend confermato nel primo trimestre 2017 - fonte Movimprese).

«A livello locale e nazionale - ha ricordato la presidente Rigotti -, da alcuni anni i corpi intermedi stanno attraversando una fase di tendenziale marginalizzazione e di perdita di associati. La sfida, per un’associazione come la nostra, è pensare una nuova idea di sviluppo. Dobbiamo realizzare una forte discontinuità rispetto a quello che siamo stati fino ad oggi. Non bastano più i lenti cambiamenti incrementali. Ci vuole una vera e propria mutazione culturale».

«L’impegno di CNA a tutti i livelli, a partire da quello territoriale, è e sarà proprio quello di farsi portavoce dei disagi delle imprese per poi elaborare e proporre soluzioni che nascono dalla conoscenza e dall’ascolto. Vogliamo far sì che gli imprenditori – ha continuato la presidente Rigotti - possano fare gli imprenditori, non trasformarsi all’occorrenza in burocrati, negoziatori o esperti di finanza».

«Ancora non vediamo quella burocrazia semplice, efficiente e relazionale che servirebbe alle nostre imprese. Ancora non vediamo un taglio degli sprechi della pubblica amministrazione, a partire dallo sfoltimento delle migliaia di società partecipate. Ancora non vediamo una giustizia civile che abbia tempi “ragionevoli” e certi».
Per centrare questi obiettivi, CNA Brescia continuerà a collaborare con le articolazioni regionali e nazionali dell’associazione. Riprova ne sia la presenza all’assemblea elettiva di Daniele Vaccarino, presidente di CNA Nazionale, e Daniele Parolo, presidente CNA Lombardia.

«CNA è un sistema sempre più compatto e coeso, che vede e riconosce nel territorio il vero contatto e rapporto quotidiano con le imprese, con la base associativa, con ogni singola persona che nell’associazione possa trovare il proprio punto di riferimento, serio ed affidabile».