report aziende facebook
report aziende twitter
report aziende google
report aziende linkedin
report aziende rss
RICERCA AZIENDA PER NOME
news
data Mercoledì 27 Aprile 2016
Dopo un anno resistono 9 su 10, dopo due 8 su 10. Vanno meglio: agricoltura, trasporti, servizi alle imprese
data Mercoledì 20 Aprile 2016
Si raccolgono le iscrizioni per gli incontri B2B in agenda da giugno a dicembre
data Giovedì 14 Aprile 2016
Secondo la Camera di commercio di Milano su dati RES STR Global, la crescita è del 7%
data Lunedì 04 Aprile 2016
Modificati i criteri relativi alle Controgaranzie, la misura di Regione Lombardia gestita da Finlombarda S.p.A
data Venerdì 25 Marzo 2016
A Orio al Serio ricavi per 116,944 milioni, in crescita di 15,692 milioni rispetto all’esercizio precedente (+ 15,5 %)
data Lunedì 21 Marzo 2016
Tra i major markets l’Italia è il paese con la quota di autovetture intestate ai privati più alta, il 62,8% del mercato nel primo bimestre
data Mercoledì 16 Marzo 2016
Appuntamento alla Fiera di Parma dal 17 al 19 marzo. Nove saloni tematici sotto i riflettori
data Giovedì 10 Marzo 2016
L’iniziativa è promossa dall'Associazione Bergamo Smart City and Community
data Mercoledì 09 Marzo 2016
Mercoledì 9 marzo alle ore 18 nell’Auditorium di Via Orzinuovi 28, a Brescia
data Martedì 08 Marzo 2016
In tutta la regione, il 22% delle imprese è guidato da donne
data Lunedì 07 Marzo 2016
Registrati: 488 marchi, 21 invenzioni, 19 modelli di utilità, 6 disegni
data Mercoledì 02 Marzo 2016
Anche EXPO ha contribuito al rafforzamento
 
data Martedì 01 Marzo 2016
Si è conclusa con oltre 70mila visitatori – il 20% stranieri -. Novità e curiosità 
data Venerdì 26 Febbraio 2016
Inversione di tendenza dopo tre anni: più iscrizioni (+0,3%) e meno cessazioni (-3,9%)
data Mercoledì 24 Febbraio 2016
Le big nel campo della responsabilità sociale d'impresa
data Mercoledì 17 Febbraio 2016
Appuntamento dal 19 al 21 febbraio per l’88esima Fiera Agricola Zootecnica Italiana
data Giovedì 30 Aprile 2015
 Il presidente Andrea Moltrasio l'aveva promesso: non perderemo tempo. E infatti,aquattrosoli giorni dall'assemblea annuale, ieri si ègià tenuto il primo consiglio di sorveglianza Ubi, in cui si ècominciato a discuteredella riforma edel conseguente passaggio alla società per azioni. Inparticolareieri ilconsiglio di sorveglianza, d'accordo con il consigliodi gestione, hadatoman-dato alle strutture della banca di analizzarelostatutoattualein vista del progettodirevisionedello stesso, reso nec essariodallenuovenor-mative.
data Giovedì 30 Aprile 2015
«Sesiamoarrivatiaidea-re e a realizzare un progetto così particolareperunistìtuto bancario, e così apparentemente lontano dalle logiche professionali, è perché siamoconvintichelaparo-la più ricca di significati per un'aziendacomelanostraè"rela-zione": relazione con i clienti, relazione con i colleglli, relazione con il territorio». Lo scrive nellaprefa-zione del libro «Ilnostroracconto popolare» il direttore generale dellaBanca Popolare di Bergamo Osvaldo Ranica. Gli stessi concet-tiespressialla conferenza-stampa di erimattinaallaDomus Bergamo, dalresponsabile Risorse e organizzazione dell'istituto Felice Castiglioni. I testi raccontano storie di vita bancaria che vanno al di là di ciò che riscontra abitualmente un cliente. 
data Giovedì 30 Aprile 2015
Confcooperative BergamoÈ in programmaoggi, nella sede di Confcooperative Bergamo in Se-rassi 7, a partire dalle 14, la «Career Day for Expo», iniziativache intende mettere in contatto le persone del territorio, in particolare i giovani, con le opportunità offerte dal tessuto cooperativo locale. Organizzato a conclusione delle giornate della cooperazione bergamasca, il «Career Day» di venta l'occasione per conoscere in presa direttaildinamico panorama pluri- settoriale in cui operano le cooperative raccogliendo curriculum e candidature per possi bili matching e collaborazioni anche all'interno di Expo.
data Giovedì 30 Aprile 2015
Gli imprenditori: «Noi assumiamo se c'è lavoro» Petteni (Cisl): ma per i giovani è un passo avanti Don Re: «Produrre pensando al bene comune» GLORIA VITALI ^^^h II Jobs Act può essere uno degli strumentiutiliamiglio-rare in piccola o in grande parte il mondo del lavoro in Italia? Ladomanda è cb quelle importanti, soprattutto alla vigilia del primo maggio,festadellavoro:un lavoro che in Italia contìnua alatitare specietraigiovani. Diquesto si è parlato alla tavola rotonda or-ganizzataieri dalla diocesi di Bergamo in collaborazione conia Parrocchia e il Comune di Lurano, Pneumax e ColdirettìBergamo. A confrontarsialtavolo diverse anime, dalmondo imprenditoriale a quello del sindacato, dall' istituzione comunale al mondo universitario. E ancorapresto per valutare gli effetti reali del jobs act, «manca all'appello la maggior parte dei decreti» spiega Maria Carla De Cesari, giornalista del Sole 24 ore: «comeladisciplinadella cassa integrazione, la semplificazione degli adempimenti del lavoro, la conciliazione tempi di vita e lavoro, le stesse politiche attive».
data Giovedì 30 Aprile 2015
Giornidecisivi per il futuradel latte in Lombardia. Oggi l'assessore regionale Fava convoca al tavolo tutte le parti, mentre Coldiretti Bergamo prende posizionesu un'intesa appena raggiunta. Mentre il ministro Martina annuncia che è stato approvato il de -creto Agricoltura chesancisce anche la fine delle quote latte, Coldiretti è critica sull'accordo per il prezzo del latte siglato da un'Organizzazione di Prodotto (Op) Bergamasca conLactalis, che ha come riferimento il prezzo medio di altri Paesi d'Europa. 
data Giovedì 30 Aprile 2015
2014èstatoancorapiùpe-santedel2013esolo verso lari nesièvisto un barlumedi luce nel tunnel. D'altronde, ilsettorecommercio-turismo-serviziè stato l'ultimo ad entrare in crisi e sarà l'ultimo ad uscirne». DaU'osservatoriodellaFogalco,la cooperativa di garanzia fidi di AscomBergamo,ilsuopresiden-te, Riccardo Martinelli, a pochi giorni dall'assembleadell'organi-smo(chesiterràlunedì all'Hotel Settecento di Presezzo), delinea il quadro generale in cui si è svolta l'attività della cooperativa: «Nostro compito - precisa - è di sostenere le Pmi nel loro percorso di sviluppo e ammodernamento, attraverso il rilascio di garanzie fideiussorie e l'assistenza tecnica e finanziaria. Anche se abbiamo assistito a numerose cessazioni di attività, non dobbiamocedere al pessimismo. Certo, per un im- prenditorelachiusuradelproprio esercizio è quasi come sevenisse a mancare una persona di famiglia. Perché allapropriaattivitàsi dedica molta cura. Ma il mondo non si ferma, va avanti, e il commercio nonmancheràmai. Assistiamo ad un cambio generazionale, conimprenditoricheaffron-tano l'attività con metodi differenti. E chi è rimasto sul mercato ha cercato di rinnovarsi, aumentare la propria professionalità, ristrutturare l'azienda. Dobbiamo abituarci a vedere un settore diverso dal passato,».
data Giovedì 30 Aprile 2015
Unaduegiornidiincontritra aziende italianeemacedoniedi meeting istituzionali, con l'obiettivodicre-are occasioni di business. Laprima missione istituzionale ed economica di Confimi, la Confederazione dell'industria manifatturiera, si è conclusa ieri e sono stati più di 100 gli incontri «B2B» effettuati dalla delegazione composta da 30 aziende dell'organizzazione, guidata dal presidente Paolo Agnelli e da Dino Piacentini, numero uno di Aniem, l'Associazione nazionale delle piccole e medie imprese edili manifatturiere aderenti a Confimi. La missione è stata organizzata in collaborazione con lAmbasciata italiana di Skopje, con l'obiettivo di mettere a punto progetti di cooperazione e di stringere rapporti con le istituzioni locali. 
data Giovedì 30 Aprile 2015
Presentata la raccolta di 42 racconti scritti dagli impiegati: protagonisti colleghi, clienti e rapinatori La novità rosa: «In aprile 52 assunzioni con il Jobs act. E per la prima volta prevalgono le donne» ^^^h C'è anche il racconto di una rocambolesca rapina quasi dafilm comico, del genere «Prendi i soldi e scappa», nel libro «Il nostro racconto popolare. Storie dalle filiali della Banca Popolare di Bergamo», edito dalla Mondadori e presentato ieri alla Domus Bergamo di piazza Dante. I bancari dell'istituto si sono improvvisati scrittori e ne sono venuti fuori 42 racconti di vita bancaria (ma non solo) che sono stati coordinati e supervi-sionati da Angelo Roma.«Sitrattadimo me nti di vit a delle filiali, di relazioni con i clienti e con i diversi territori nei quali è presente labanca, da Bergamo a Varese, dal Piemonte alla Liguria, da Roma a Reggio Emilia», ha spiegato ieri Felice Castiglioni, responsabile Risorse e organizzazione della Popolare, che era affiancato da tre dei colleghi-scrittori, autori dei racconti: Claudio Are si, Adria Bocchia e Italo Gi-glioli.
data Giovedì 30 Aprile 2015
Dalmine In pareggio la Uilm, in crescita la Fiom, in calo la Firn,almeno come numero di delegati. Le consultazioni in Abb per il rinnovo della Rsu hanno interessato i 650 lavoratori dello stabilimentodi Dalmine, dove hanno votato in 449 (erano stati 375 nella precedente tornata elettorale). Alla Fiom sonoandate 216 preferenze (contro le 168 di tre anni fa) e cinque delegati (uno in più);alla Firn 153 (contro le 146 del 2012) e tre delegati (uno in meno); alla Uilm 72 voti (contro i 60 del precedente rinnovo) e due delega-ti.confermando la presenza precedente. Sul fronte dei risultati di Abb Italia, leader nelle tecnologie per l'energia e l'automazione, il gruppo ha chiuso i primi tre mesi dell'anno con ordini pari a 637 milioni di euro eunfatturatodi604milioni inaumento rispettivamente del 14% e del 5% rispettoallo stesso periodo dell'anno scorso. 
data Giovedì 30 Aprile 2015
Avrà un tocco tutto bergamasco una buona parte del verde che, a partire da domani, i milioni di visitatori di Expo potranno vedere all'esterno e all'internodeipadiglioni dislocati lungo il cardo e il decumano, i crocevia dell'esposizione universale. Una società orobica, la «Hw-Style»,con quartier generale a Lurano, ha infatti realizzato il verde di ben sei cluster: tre sono di stati - il Kazakistan, l'Oman e il Qatar - due sono di sponsor di Expo - Technogym e Me Donald's - e il sesto è quello dell'Onu, in particolare di «Kip-Un», vale a dire la scuola internazionale delle Nazioni Unite. In una corsa contro il tempo, lavorando nelle ultime settimane di giorno e di notte per arrivare puntuali all'apertura di Expo, i progettisti e i tecnici di «Hw-Style» hanno messo tuttalaloro professionalità e la loro esperienza per confezionare il risultato migliore possibile. Anche ieri e oggi il loro lavoro è proseguito incessantemente nel cantiere dell'esposizione universale. Inizialmente, ancora lo scorso febbraio, all'azienda di Lurano - che opera nel settore del verde dal 1988 - era stata affidata, in ambito Expo, la realizzazione del verde del padiglione del Kazakistan.
data Mercoledì 29 Aprile 2015
 «Li vediamo venire da noi, alle spalle hanno situazioni drammatiche e solo il 10% di loro rie sce a trovare un altro lavoro». Se il Primo Maggio è la Festa del lavoro, l'attenzione è rivolta anche a chi un lavoro non l'ha più, in particolare agli over 55 bloccati in una sorta di limbo: l'estrema difficoltà a trovare un'altra occupazione e l'impossibilità di accedere alla pensione.
data Mercoledì 29 Aprile 2015
 Contrattidisolidarietàemo-bil ita volontaria incentivata dovrebbero andarediparipassoallaTenarisDalmine, per far fronte ai 296 esuberi dichiarati dall'azienda (inizialmente erano 406). Il 18 maggio aziendae sindacati si incontreranno per discutere di ammortizzatori sociali, che potrebbero prendere il via a settembre. Ieri si è invece tenuto un incontro a cui hanno preso parte anche i sindacati degli stabilimenti di Costa Volpino, Arcore e Piombino (non coinvolti dagli esuberi), dove ci sarebbero oltre una trentina di lavoratori che potrebbero agganciare la pensione, che si sommano ai 177 prepensionabili del sito di Dalmine. 
data Mercoledì 29 Aprile 2015
Continuità dell'attività, con ilrecuperodisettedei22postidilavoro originari; un impegno economico significativo da partedeN'imprenditoreealcuni contenziosida risolvere.dicuidue legati a un'acquisizioneche.emergedalla rela-zionedelcommissario.avrebbeinfluito in modo negativosulla vita dell'azienda. Sono gli elementi del concordato preventivo della Signum srl, che andrà domani in adunanza (giudice delegato Mauro Vitiello, commissario giudiziale Massimo Tuc-ci). Azienda storica del settore grafico di Azzano San Paolo, le cui origini risalgono al1964, eraQua-drifolio ed è diventata Quadrifo-lio-Signum a dicembre del 2011, a seguito della fusione per incorporazione della Signum di Bollate, e poi Signum a febbraio 2014. 
data Mercoledì 29 Aprile 2015
Gli investitori internazionali vedono bene un matrimonio tra Ubi e Mps. L'ipotesi non è nuova. Se ne parla da mesi e Ubi ha sempre ribadito che non ci sono dossier aperti ed eventuali operazioni saranno valutate se creeranno valore. E sabato, a margine dell'assemblea, il consigliere delegato Victor Massiah ha detto che al momento non si può escludere nulla, Mps compresa. Ora lo scenario viene rilanciato dallo studio sulla riforma delle banche popolari realizzato da Boston Consulting Group e Ber-nstein, multinazionale di consulenza la prima e società di ricerca e pianificazione finanziaria la seconda. Lo studio è stato presentato ieri a 2 mila investitori a Londra e alla stampa a Milano.
data Mercoledì 29 Aprile 2015
L'Expo stupirà in positivo gli italiani, li renderà orgogliosi dell'Italia e li aiuterà a riconoscersi in un'occasione unica: per 6 mesi, con la presenza di 145 Paesi, abbiamo il mondo in casa. Lo dico con i piedi per terra: ci sono stati momenti difficili, ma serve anche la capacità di raccontare le cose che funzionano. La mia speranza è che le tante fatiche, specie nell'ultimo periodo, siano ripagate dal riconoscimento che questa rappresenta un'opportunità irripetibile per il Paese».
data Venerdì 24 Aprile 2015
Vent'anni di quotazione, 20 anni di risultatibrillanti.«Potreidirechesia-mo partiti in Cinquecento e siamo arrivati in Ferrari», ha risposto ieri con una battuta il presidente della Brembo,AlbertoBombassei,achigli chiedevaqual èstata la marcia in più del gruppo. «Nel nostro mercatoc'era tantaconcorrenzallfattodiaverbus-satopiùvolteaTorinosenzatrovare aperture, ci hacostretti a guardare al mercato tedesco, dove ci siamo ci-mentatiastudiare prodotti più evoluti. Abbiamosempre investito. E la Formula 1 è un master: o riescio sei fuori». 
data Venerdì 24 Aprile 2015
 È arrivato ieri il via libera di Banca d'Italia alla fusionetra la Bcc di Calcio e Covo e quella di Chisalba. Quasi sicuramente,dunque, i dueisti-tuti riusciranno a convoca reanche l'assemblea straordinaria per approva re il progetto per il 30 maggio, giorno in cuisonogià previste leassembleeordi-narie. Le due banche daranno vita insieme alla Bcc delFOglio e del Serio. Tecnicamente sarà una fusione per incorporazione: la Calcio e Covo incorporerà la Ghisalba. Il progetto di fusione prevede che il consiglio d'ammi- nistrazione resti in primabattu-ta per tre anni a 13 componenti, 10 della Calcio e Covo e tre della Ghisalba.
data Venerdì 24 Aprile 2015
LaSessaMarinediCividateal Piano verso laripresadeH'attività.Lune-dì, infatti, è stato firmato il contratto di affitto (con finalità di cessione) dell'azienda nauticache passerà nellemani della Oblue Ltd di Hong Kong. Il contratto è subordinato all'omologa delconcordatoeallasti-pula degli accordi con i singoli dipendenti.
data Venerdì 24 Aprile 2015
Tempo indeterminato, contratti in risalita del 49% Mattarella: sono solo prime cifre ma incoraggianti La Cgil è scettica: al ministero fanno propaganda ^^^h Continualaripresadel mercato del lavoro. Amarzo le attivazioni dei nuovi contratti, aec-cezione della pubblica amministrazione, sono state 641.572 a fronte di549.273 cessazioni. Ilsal-do attivo è stato di 92.299 unità, L'aumento deipostifissi è del 49%, Sono i dati del ministero del Lavoro. Cifre che vanno lette non solo in relazione agli incentivi per le assunzioniatempo indeterminato introdotti conlaLeggedistabi-lità2015 (sgravi contributivi fino a 8.060 euro annui per tre anni) ma anche al fatto che apartire da] 6 marzo, conil Jobs act, le aziende possono assumere anche con i] nuovo contratto a tutele crescenti (che introduce l'indennizzo al posto del reintegro come regola generale in caso di licenziamento illegittimo). Il Quirinale: bene così Questo andamento e definito «confortante»dal capo dello Stato, Sergio Mattarella. «Naturalmente sonodatiancora iniziali.
data Venerdì 24 Aprile 2015
La Brembo viaggia a passo spedito verso i 2 miliardi di fatturato. Potrebbe essere questo, infatti, il nuovo record che si toccherà a fine 2015.«L'anno è partito bene», ha spiegato ieri il vice presidente esecutivo Matteo Tiraboschi, al termine dell'assemblea degli azionisti che si è tenuta a Stez-zano, nel ventennale della quotazione. Per l'occasione, è stata approvata la distribuzione di un dividendo straordinario di 20 centesimi, che si aggiunge a quello ordinario di 60 centesimi per azione. Nei primi mesi, ha aggiunto Tiraboschi, «il trend rispecchia l'andamento del 2014 (più 15% il fatturato a 1,8 miliardi, Ndr). Il 2015 se non crescerà a due cifre, sarà comunque vicino». L'obiettivo dei 2 miliardi è quindi a un passo? «Non mi stupirei se ci arrivassimo, con la tenuta di buoni margini», ha risposto Tiraboschi. Redditività: balzo a doppia cifra Margini di guadagno che già nel 2014 hanno certificato una «crescita sana e solida del gruppo», come ha sottolineato Tira-boschi parlando agli azionisti. L'Ebitda (margine operativo lordo) è salito infatti del 31% a 279,8 milioni.
data Venerdì 24 Aprile 2015
La Lovato Electricsbarcherà in Russia con una nuova filiale e, nel frattempo, sta iniziando a lavorare anche alla creazione di una sede in Francia. L'azienda di Gorle, nei giorni scorsi, è stata visitata da un gruppo di imprenditori russi, venuti in Lombardia a vedere aziende ad alto contenuto tecnologico. I prodotti della Lovato, infatti, non rientrano nell'embargo in atto nei confronti di Mosca, in quanto si tratta apparecchi elettronici abassaten-sione per uso civile e industriale. L'amministratore delegato dell'azienda, Massimiliano Cac-ciavillani, spiega: «Vendiamo in Russia da tanti anni e abbiamo deciso di dare il via alla costituzione di una filiale a Mosca. A luglio dovrebbe essere tutto pronto». All'inizio verranno «assunte 4-5 persone», poi «col tempo, si potrà crescere». L'apertura della filiale avverrà perché acausadellesanzioniper i clienti russi della Lovato «la vita è diventata più difficile» e inoltre «le pratiche d'importazione si sono rallentate».
data Venerdì 24 Aprile 2015
 E due. La ex Franco Chiesa si appresta (di nuovo) a passare di mano. E il rischio, come temono i sindacati, è che i livelli occupazionali si abbassino ulteriormente. Ma del resto in mancanza di un acquirente il destino della società di via Cesare Correnti sarebbe segnato. L'azienda nel 2009 è stata acquisita da un concordato preventivo (per 4,2 milioni di euro, quasi il doppio rispetto allaba-se d'asta fissata a circa 2,1 milioni) dalla Fisar di Cesano Bo-scone, finita poi anch'essa in concordato. Il 16 aprile dell'anno scorso, infatti, il gruppo ha presentato domanda di preconcordato preventivo al Tribunale di Milano, per poi depositare il piano (in continuità aziendale) il 16 ottobre. Ammesso a dicembre, il 1° aprile di quest'anno ha presentato un nuovo piano, questa volta liqui-datorio.
data Giovedì 23 Aprile 2015
A due giorni or mai dall'assemblea di Ubi.che riunirà i soci sabato dalle 9,30 in Fiera a Bergamo, emerge uno spaccato più dettagliato di quello che è oggi l'azionariato della banca. E noto, infatti, che ormai più del40% del capitale dellabanca è in mano ai fondi istituzionali d'investimento. La quota è andata via via crescendo nel tempo: ad agosto del 2007, pochi mesi dopo la nascita di Ubi, costituita ad aprile di quell'anno, si attestava appena sopra il 20%. In otto anni, quindi, è praticamente raddoppiata. Segno dell'interesse e dell'attenzione che labancaha saputo raccogliere nelmondo finanziario anche in questi anni turbolenti, come ha evidenziato ilpre-sidente delconsiglio di gestione, Franco Polotti, anche nei recenti incontri con i soci che si sono tenuti a Milano, Bergamo e Brescia in vista dell'appuntamento di sabato. I nomi noti sono quelli che emergono dal bilancio perché superiori al tetto del 2%. Ilfondo Silchester International Inve-stors è l'azionista di maggior peso con una quota del 4,903%.
data Giovedì 23 Aprile 2015
L'interessamento era stato ribadito solo 6 giorni fa durante l'assemblea dal consiglieredelegato Carlo Pe-senti, ora Italcementi è già passata all'azione, acquisendo da Holci m d ue i ripianti della costa NordorientaleUsa. Il gruppo bergamasco attraverso la sua filiale nordamericana Es-sroc, ha infatti firmato un accordo con l'elveticaHolcimperl'acqui-sto di un centro di macinazione della loppa d'altoforno a Camden (New Jersey) e di un terminal di cementoaEverett (Massachusetts). L'accordo saràperfezionatoal-la data di completamento della fhsionefraHolcimeLafargeepre-vede l'assorbimento degl iorganici deidue impianti all'internodiEs-sroc.
data Giovedì 23 Aprile 2015
 Spuntanotremanifestazioni d'interesse - secondo indiscrezioni di stampa - per Mercatone Uno, i I gruppo che da una decina di giorni è in amministrazione straordinaria speciale. Stando a quanto riporta Milano Finanza, si tratterebbe di propo-stepervenute dainvestitori francesi, austriaco-tedeschi e sudafricani. Ma, stando sempre a quanto riferisce Mf, i tre sarebbero più interessati a conquistare il mercato del gruppo che le società stesse. In tutto Mercatone Uno conta 79 punti vendita (34 quelli in cui è in corso una svendita speciale), nei quali lavorano circa 4 mila dipendenti. Nella nostra provincia è presente un punto vendita a Verdello che occupa 47 persone.
data Giovedì 23 Aprile 2015
A Fornovo raddoppiata nel 2014 la produzione dell'anticoagulante venduto in tutto il mondo Balzo del fatturato da 122 a 165 milioni di euro ^^^h Un «lieve calo» dei dati di bilancio per la Boehringer In-gelheim Italia nel 2014 (anche se l'andamento complessivo «resta positivo») ma «un anno eccellente» per la Bidachem di Fornovo San Giovanni. E ilquadrochefornisce lapre-sidentediBoehringer Italia, Anna Maria Porrini, dopo che da In-gemeim l'amministrato redelegato del colosso farmaceutico tedesco, Andreas Barner, ha comunicato i dati relativi a tutto il gruppo: calo del 5% del fatturato rispetto al 2013 a 13,3 miliardi di euro (-3,2% alnetto degli effetti valutari), utile operativo stabile a 2,14 miliardi (+1%) e utile dopo le tasse in calo del 21% a 1,05 miliardi.
data Giovedì 23 Aprile 2015
Sarà l'effetto Expo, ma al doppioappuntamentomilanesediTut-tofoode Venditalia, la spedizione bergamasca sarà record: ben 54 aziende. Presentata ieri a Milano, la quinta edizione di Tutto Food, la fiera delFagroalimentare inprogramma a Rho dal 3 al 6 maggio, ha tutti i numeri per essere davvero da record con 2.700 espositori, di cui più di 400 stranieri, cresciuti dell'80% rispetto all'ultima edizione del 2013,10 padiglioni e la partecipazione di oltre duemila buyers già accreditati. 
data Giovedì 23 Aprile 2015
Andamento abbastanza lineare, m a comunque i n leggera di scesa per i tassi d'interesse applicati alle aziende bergamasche al la fine di marzo scorso. Le variazioni sono infatti risultate molto lievi, ma fanno comunque registrare unaflessio-ne rispetto ai mesi precedenti: è quanto emerge dalla rilevazione mensile della Piccola industria di Confindustria Bergamo. Così, i tassi di interesse per operazioni su conto corrente alle imprese in passivo (sui finanziamenti e sulle anticipazioni di credito) segnano comunque unaflessione del tasso medio che a fine marzo si attesta sul 6,40% rispetto ai 6,70 registrati sia a gennaio che afebbraio.
data Giovedì 23 Aprile 2015
Eleganti borse in pelle da signora e zainetti alla moda che oltre ad unire gli aspetti dell'estetica garantiscono, grazie ad un pannello fotovoltaico incorporato, la carica di cellulari, tablet, sigarette elettroniche, fotocamere: il tutto grazie a un accumulatore interno. L'idea, tutta bergamasca, è stata presentataneigiorni scorsi all'evento organizzato dall'ambasciata italiana presso la Repubblica Ceca a Praga. Anche se il marchio aziendale richiama al capoluogo lombardo, «Milano Innovativa»,laproprie-tà, il «cervello», lo show room e la direzione operativa sono al 100% di Bergamo. L'imprenditrice Cristina Legrenzi racconta com'è natal'idea: «Perlavoro sono spessissimo al telefono, ed un giorno rientrando in treno da Milano a Bergamo si sono completamente scaricati i due cellulari.
data Giovedì 23 Aprile 2015
Il workshop, che all'ambasciata d'Italia a Praga ha visto la presenza di 35 aziende - tre le bergamasche - racconta un nuovo modo di operare all'estero da parte delle nostre rappresentanze diplomatiche. Aldo Amati, di origini bergamasche, ambasciatore d'Italia in Repubblica Ceca, spiega la svolta: «Per gli ambasciatori sostenere i rapporti che favoriscono gli investimenti eia presenza degli im- prenditori italiani all'estero è diventata una priorità. E si tratta di un lavoro portato avanti di concerto conle Camere di commercio. Riguardo agli incontri dei giorni scorsi all'ambasciata di Praga, esprimo grande soddisfazione, soprattutto per aver ricevuto numerose attestazioni da parte di diversi imprenditori e soggetti che vi hanno preso parte. Nello specifico sottolineo una presenza importante di Finmec- canica che sta trattando una fornitura per un parco elicotteri Augusta-Westland, che potrebbe sfociare in commesse molto importanti per le aziende italiane che operano nel comparto».
data Giovedì 23 Aprile 2015
Stapervenirepubblicatoun bandodella Regione Lombardiache stanzia 67 milioni di euro, da spendere da qui al 2020, per la promozione di prodotti territoriali,in particolare legati all'agroa-limentare. Lo ha ribadito l'as sessore all'Agricoltura, Gianni Fava, intervenuto allaDomus Bergamo per il convegno su «Bergamo capitale delle Dopcasearie-Opportunità da valorizzare». La provincia di Bergamo è il territorio europeo col maggior numero di formaggi Dop, ben 9: Formai De Mut; Strachitùnt, Taleggio; Gorgonzola; Bitto; Grana Padano; Provolone Valpadana; Quartirolo Lombardo e Salva Cre-masco. Unprimato orgoglioso ma impegnativo. L'assessore ha invitato produttori grandi e piccoli allacollabora-zione e all'unità di intenti.
data Venerdì 17 Aprile 2015
Sono molto collimanti, all'assemblea della Piccola industria di Confindustria Bergamo, i pareri di Gian Maria Gros-Pietro e di Giancarlo Losma. Riferisce il presidente del consiglio di gestione di lntesa Sanpa-olo sul quadro macro-economico: «La congiuntura sta concretamente migliorando e gli istituti di ricerca hanno aumentato le previsioni di crescita del Pil tedesco da +1,4 a +2,1%. E noi sappiamo che quando la Germania tira, tutta l'economia europea cresce. In Italia continuiamo a vedere che laripresaè trainata dai settori che esportano e da parecchi mesi le esportazioni sono in forte crescita, però adesso cominciamo ad avere dei segnali di risveglio della domanda interna. E la disponibilità di credito per le famiglie a bassissimo costo può aiutareper-sino il settore edilizio».
data Venerdì 17 Aprile 2015
Un sostegno di 600 milioni: 400 a favore di progetti delle piccole e medie imprese; 200 quelli destinati alle realtà con un numero di dipendenti compreso tra i 250 e i 3 mila (Mid-Cap). L'iniziativa è frutto di due accordi tra la Bei, la Banca europea per gli investimenti, e il gruppo Banco Popolare. Con queste nuove intese, nell'ultimo triennio la finanza della Bei veicolata in italia attraverso il Banco Popolare (divisione Credito Bergamasco inclusa) è stata di 1,8 miliardi di euro.
data Venerdì 17 Aprile 2015
«La manifattura in Italia rappresenta il 15% del Pil del Paese e Bergamo, con un Pil di 30 miliardi, vi contribuisce per il 2,5%». Il presidente della Piccola Industria Giancarlo Losma, all'assemblea annuale tenutasi ieri pomeriggio nella sede di Confin-dustria Bergamo, elenca i non pochi primati dell'industria locale: il 40% della forza-lavoro è impiegata in questo settore, contro il 24% nazionale; la propensione all'export è vicina al 50% quando la Germania è al 40% e l'Italia al 34%; conta 700 unità produttive all'estero; è la seconda provincia manifatturiera d'Italia nel comparto «green»; eccetera.
Copyright 2014 Report Aziende Srl / Privacy & Policy / Credits