Direttore Responsabile Roberto Barucco
report aziende facebook
report aziende twitter
report aziende google
report aziende linkedin
report aziende rss
RICERCA AZIENDA PER NOME
news | Ven 03 Feb 2017
A gennaio
motociclette
in flessione
Arretramento per le immatricolazioni in Italia, con 9.721 scooter e moto e un deludente -12,1%. In particolare soffrono le moto con 4.319 unità registrano un -12,4% mentre gli scooter
realizzano 5.402 vendite pari al -11,9%. I “cinquantini” con 1.145 registrazioni e un -15,7% tornano a perdere volumi. Il mese di gennaio vale intorno al 5% sul totale vendite dell’anno.
 
Negli scooter con cilindrata superiore a 50cc, il dettaglio per cilindrata delle immatricolazioni mostra una perdita di volumi per i 125cc con 1.952 unità e un -11%, seguiti dagli scooter tra 300-500cc con 1.873
pezzi e un -5,7%. In decremento le cilindrate da 150 fino a 250cc con 1.272 veicoli immatricolati, pari al -17.8%; battuta d’arresto anche per i maxiscooter oltre 500cc con 305 vendite e un -25,6%.
 
Nelle immatricolazioni moto l’andamento delle cilindrate è più articolato. A gennaio, il segmento più importante risulta quello oltre 1000cc con 1.336 moto e un +9,2%, l’unico in positivo. Seguono le 800-
1000cc con 1.290 unità e un -20,1%. Le medie cilindrate tra 600 e 750cc con 582 pezzi flettono di un -10,6%. Scendono anche le 300-600cc con 611 moto e un -21,7%, così come le 150-250cc con 181moto e
un -19,2%. Infine le 125cc con 319 moto e un arretramento pari al -27%.
 
L’analisi per segmenti delle moto vede al primo posto le enduro stradali con 1.537 pezzi e un -28,1%; al secondo posto le naked con 1.179 unità segnano un -7,1%; in recupero le moto da turismo con 712 pezzi pari al +9%; seguono in positivo le custom con 319 pezzi e un +10,4%. Flettono le sportive con 239 vendite e un -21,4%, infine le supermotard si riprendono con 188 moto pari al +17,5%.
(Dati Ancma)
 
Copyright 2017 Report Aziende Srl / Privacy & Policy
L'adattamento totale o parziale e la riproduzione con qualsiasi mezzo elettronico, in funzione della conseguente diffusione online, sono riservati per tutti i paesi